Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 06 aprile 2018 alle ore 10:57.
L'ultima modifica è del 06 aprile 2018 alle ore 16:18.

06/04/2018

Nel quotidiano confronto delle competenze tra Stato e Regioni, la Corte Costituzionale torna a delimitare gli ambiti dei relativi poteri, valutando la costituzionalità delle norme della Regione Veneto in materia di beni culturali e paesaggistici, di gestione delle acque, di terre e rocce da scavo e di pianificazione delle attività estrattive di sabbia e ghiaia.

Corte Costituzionale
Così la Corte Costituzionale, con la sentenza 30 marzo 2018, n. 66, si è pronunciata sui ricorsi proposti dalla Presidenza del Consiglio contro alcune norme della Legge della Regione Veneto 30 dicembre 2016, n. 30 (Collegato alla Legge di Stabilità regionale 2017), rilevando l’invasione della competenza statale in materia di ambiente da parte delle norme in materia di ricognizione dei beni culturali da tutelare, di autorizzazione...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.