Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 04 dicembre 2017 alle ore 17:41.
L'ultima modifica è del 04 dicembre 2017 alle ore 18:41.

04/12/2017

Nelle gare da aggiudicare all’offerta economicamente più vantaggiosa, la Commissione giudicatrice, nell’attribuire i punteggi all’offerta tecnica, non applica scienze esatte ma formula un giudizio connotato da un fisiologico margine di opinabilità; ne consegue che, per sconfessare tale giudizio, non sarà sufficiente sostenere una mera «non condivisibilità» del giudizio, ma sarà piuttosto necessario dimostrare la sua palese inattendibilità, provando l’evidente e oggettiva insostenibilità del giudizio tecnico formulato dalla Commissione. È questo il principio affermato dal Tar Lazio con la sentenza n. 11322/2017.

Il caso
Nel marzo 2008 – in vigenza del Codice dei contratti pubblici di cui al Dlgs n. 163 del 2006 – un Comune laziale...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.