Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 13 aprile 2018 alle ore 17:45.
L'ultima modifica è del 13 aprile 2018 alle ore 19:45.

13/04/2018

Il caso è sintomatico: una società ottiene il permesso di costruire applicando la speciale procedura prevista dall'art. 20 del D.P.R. 380/2001 (ovvero ricorrendo al silenzio-assenso). Il TAR riconosce la ragioni della società, per cui il titolo edilizio deve ritenersi ormai efficace. Segue l'annullamento in autotutela da parte dell'amministrazione. A questo punto, ci si chiede se le ragioni (e le lamentele) del proprietario sono fondate o meno.

Il fatto
Una società, ad agosto 2011, chiede al Comune il permesso di costruire per la realizzazione di un intervento edilizio di riqualificazione urbana avvalendosi degli strumenti di semplificazione procedimentale previsti dal D.L. 70/2011; il successivo 24 gennaio 2012 integra la documentazione...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.