Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo stato pubblicato il 04 maggio 2018 alle ore 10:52.
L'ultima modifica del 09 maggio 2018 alle ore 15:53.

04/05/2018

L'estate ormai è alle porte e si inizia a valutare come trascorrere le vacanze. Tra le varie opzioni abbiamo anche quella di realizzare una piscina ad uso privato che, tra l'altro, potrebbe godere degli incentivi sulle ristrutturazioni. Il problema di fondo, in questo caso, non è tanto il costo dell'intervento, quanto quello relativo alle autorizzazioni necessarie per realizzare l'opera.
Il problema si complica notevolmente quando, come nel caso in esame, l'area è soggetta a tutela paesaggistica.

Il caso in esame
La questione parte da lontano, addirittura negli anni '80. I proprietari di un villino ricadente in zona soggetta a tutela paesaggistica (ex legge 1497/1939) chiedono al comune l'autorizzazione edilizia per la realizzazione di una piscina totalmente interrata, quale pertinenza della propria...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.