Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 02 settembre 2019 alle ore 15:41.
L'ultima modifica è del 02 settembre 2019 alle ore 17:41.

02/09/2019

Lo Sportello Unico per l’Edilizia di un comune chiede all'Agenzia delle entrate di chiarire il trattamento fiscale delle istanze edilizie e, in particolare, se esse siano soggette al pagamento dell'imposta di bollo.

Il parere del Comune
Il comune richiama, in proposito, l’art. 3, comma 1 del D.P.R. 642/1972 secondo il quale tutte le istanze presentate ad una pubblica amministrazione scontano l’imposta di bollo (attualmente nella misura di 16.00 euro). Il comune, quindi, chiede di chiarire se l'imposta sia dovuta anche per il (a) deposito della documentazione strutturale, (b) per  il deposito per gli interventi di sopraelevazioni, per i quali è obbligatorio il parere tecnico, (c) per il deposito delle varianti e, infine, (d) per il deposito delle dichiarazioni di fine...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.