Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 26 settembre 2013 alle ore 15:36.
L'ultima modifica è del 27 settembre 2013 alle ore 17:03.

11/09/2013

Il Consiglio nazionale del Notariato ha divulgato una propria nota in cui chiarisce che l’Ape (Attestato di prestazione energetica), che va allegato ad ogni contratto di compravendita o di locazione, non deve essere corredato dal libretto di impianto. Il chiarimento si è reso necessario dopo la modifica apportata al comma 5 dell’articolo 6 del D.lgs. 192/2005 dal Dl 63/2013. Tale articolo adesso prevede che i libretti di impianti debbano essere allegati all’Ape. Poiché quest’ultimo va allegato a sua volta al contratto di compravendita, a pena di nullità, e poiché l’allegazione di un Ape incompleto equivarrebbe ad una mancata allegazione, l’assenza del libretto di impianto potrebbe rendere nullo il contratto
Ora, il libretto di impianto deve essere conservato nell’edificio o nell’unità immobiliare in cui è collocato l’impianto termico ed è molto importante ai fini dell’Ape, che deve essere aggiornato ogni dieci anni (o, comunque, ogni volta che intervanga una ristrutturazione edilizia o una riqualificazione energetica dell’edificio), in quanto ne determina la data di scadenza.
Il Consiglio nazionale del Notariato a tal proposito sottolinea il fatto che il libretto di impianto non sia un allegato dell’Ape, ma solo un suo documento di corredo. L’Ape infatti viene definito come un documento “statico” che certifica la situazione energetica dell’immobile al momento del suo rilascio, mentre il libretto di impianto viene “movimentato” periodicamente, per attestare di volta in volta lo “stato di salute” dell’impianto termico. Quindi, secondo il Consiglio, quando la norma afferma che all’Ape va allegato il libretto di impianto deve intendersi che l’Attestato di prestazione energetica deve essere accompagnato nel tempo dai documenti necessari che attestino la sua stessa validità.
Per questo, conclude il Consiglio, bisogna distinguere: l’Ape che va consegnato all’acquirente dell’immobile o al conduttore deve essere corredato del libretto di impianto; l’Ape che va allegato al contratto di compravendita o locazione può essere privo di tale libretto.