Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 15 dicembre 2015 alle ore 12:25.
L'ultima modifica è del 15 dicembre 2015 alle ore 13:24.

15/12/2015


Sono state presentate ieri a Roma, nel corso della giornata formativa "Le valutazioni immobiliari in un contesto di integrazione europea", le nuove Linee guida per le valutazioni degli immobili in garanzia delle esposizioni creditizie, improntate a requisiti di massima trasparenza, certezza ed economicità, che serviranno a porre all'avanguardia in Europa il mercato italiano del credito ipotecario.
Le indicazioni per le perizie, aggiornate e adeguate ai più recenti standard europei di valutazione, sono frutto del lavoro svolto da ABI, Assovib, Collegio Nazionale degli Agrotecnici, Collegio Nazionale dei Periti Agrari, Consiglio dell'Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori, Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Consiglio Nazionale dei Periti Industriali, Consiglio Nazionale Geometri e Tecnoborsa.
Valore di mercato, codice di condotta dei Periti, procedure e metodi di valutazione, metodo del confronto di mercato, metodo finanziario sono alcuni dei principi su cui si basano le nuove Linee guida e che consentiranno di eseguire valutazioni degli immobili secondo parametri di chiarezza e trasparenza nei confronti di tutti i referenti sia privati (clienti mutuatari, agenzie di rating ecc.) sia Istituzionali (Banca d'Italia, Agenzia delle entrate già Agenzia del territorio, tribunali delle esecuzioni immobiliari ecc.). A disposizione di banche, tecnici e consumatori, dunque, un dettagliato volume che realizza "l'esigenza di introdurre una serie di criteri di omogeneità in materia avvertita da tempo a vari livelli, con riferimento specifico agli indicatori di superficie o di volume, alle metodologie di valutazione adottate (per capitalizzazione del reddito, per stima comparativa ecc.), allo stesso concetto di valore e alla professionalità dei periti incaricati della valutazione".