Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 23 novembre 2016 alle ore 10:32.
L'ultima modifica è del 23 novembre 2016 alle ore 13:04.

23/11/2016

Nel caso in cui il compratore di un immobile sia tenuto a sostenere le spese di sanatoria del cespite, il termine di prescrizione del diritto al risarcimento del danno inizia a decorrere non dal giorno dell’inadempimento – coevo alla vendita del bene non conforme alla concessione – bensì da quello di produzione dell’effetto dannoso.

Ad affermarlo è la seconda Sezione della Corte di cassazione in una recente pronuncia che, accogliendo il ricorso, ha cassato la decisione impugnata enunciando espressamente anche il principio di diritto. Nel caso in esame, il ricorrente, acquistato il diritto di usufrutto su di una villetta nel maggio del 1993, aveva avanzato, soltanto nell’aprile del 2005, nei confronti del venditore domanda di risarcimento dei...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.