Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 10 febbraio 2017 alle ore 17:26.
L'ultima modifica è del 10 febbraio 2017 alle ore 18:26.

10/02/2017


Risorse per € 18 milioni all'anno, per il triennio 2016/2018, cui si aggiungono le economie recuperate dal Ministero dell'istruzione e dell'università e della ricerca sui bandi precedenti; incremento dei posti disponibili; standard innovativi di progettazione che dovranno guardare, fra l'altro, all'integrazione con il tessuto cittadino e alla compatibilità ambientale; tempi più rapidi per la realizzazione degli interventi.
Questi i contenuti del quarto bando di gara – pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 33 del 9 febbraio 2017, per la realizzazione di nuove strutture residenziali universitarie, secondo quanto previsto dalla legge 338/2000. Il bando "Procedure e modalità per la presentazione dei progetti e per l'erogazione dei finanziamenti relativi agli interventi per strutture residenziali universitarie" prevede il cofinanziamento da parte dello Stato di interventi per la realizzazione di alloggi e residenze per studentesse e studenti.
Le novità del bando
Tra le novità del bando:
- una nuova linea di cofinanziamento per l'efficientamento energetico delle residenze;
- la riduzione dei tempi di realizzazione degli interventi;
- una maggiore attenzione alla localizzazione degli interventi nelle vicinanze delle sedi universitarie.
Insieme al bando, sono stati pubblicati sulla stessa Gazzetta anche due decreti del Miur: il primo (D.M. 28 novembre 2016) indica gli standard minimi dimensionali e qualitativi e le linee guida relative ai parametri tecnici ed economici per la realizzazione degli alloggi e delle residenze; il secondo (D.M. 11 gennaio 2017) definisce l'adozione di un modello informatizzato per la formulazione delle richieste di cofinanziamento.
Da settembre 2015 ad oggi sono stati investiti 100 milioni di euro per 22 residenze universitarie e un totale di oltre 3.300 posti.