Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 28 novembre 2017 alle ore 11:49.
L'ultima modifica è del 28 novembre 2017 alle ore 12:49.

28/11/2017


Un luogo di studio e di lettura, ma anche un aggregatore sociale che favorisca la partecipazione civica e la coesione nel quartiere. Un hub per l'accesso ai saperi e alla conoscenza aperto a tutta la comunità, dove alla funzione tradizionale vengano abbinati spazi laboratoriali, di formazione e informazione per il quartiere e per la città. Così dovrà essere la nuova biblioteca di via Odazio a Lorenteggio, per la cui progettazione l'Amministrazione di Milano ha indetto un concorso internazionale aperto agli architetti e agli ingegneri.
La procedura di concorso, che si svolgerà attraverso la piattaforma telematica Concorrimi, si articola in due gradi:
- il primo è finalizzato a selezionare le dieci migliori proposte progettuali, con consegna prevista entro il 1 febbraio 2018;
- il secondo servirà a individuare la migliore tra quelle precedentemente selezionate, con consegna prevista entro il 23 aprile 2018.
Il costo massimo dell'intervento da realizzare (quadro economico, comprensivo di importo dei lavori, costi di progettazione, direzione lavori, collaudi, costi per la sicurezza, spese del concorso e somme a disposizione della stazione appaltante) è fissato nell'importo di 6.000.000 euro IVA inclusa.
Importo massimo per le opere edili, strutture, impianti e verde è pari a 3.400.000 euro; per le forniture è pari a 460.000 euro, per un totale di 3.860.000 euro IVA esclusa.
Il vincitore del concorso riceverà un premio di 35 mila euro. Al secondo classificato è riconosciuto un rimborso spese di 8 mila euro, al terzo di 6 mila euro, e a ciascuno dei successivi sette partecipanti di 3 mila euro.
La nuova biblioteca dovrà avere un'estensione minima di 1.500 mq e una massima di 2.000 mq di superficie complessiva, oltre che un'ulteriore quota di area pertinenziale esterna a giardino. L'attuale edificio della biblioteca, sul cui retro è presente una porzione recintata di verde, sarà invece ristrutturato come luogo destinato alle associazioni. Un ruolo importante inoltre verrà giocato dagli spazi verdi di connessione tra le diverse funzioni; un nuovo grande giardino di cui si richiederà al progettista lo sviluppo delle linee guida. Dovranno essere preservate le alberature esistenti e due postazioni del bike sharing, oltre al percorso ciclo pedonale sull'asse Piazza Napoli-Giambellino di prossima realizzazione. La progettazione dovrà inoltre tenere conto della connessione tra la futura biblioteca e gli spazi ed edifici pubblici, compreso il mercato comunale coperto che si estende verso l'esterno attraverso una pedana.

Sul sito della piattaforma concorrimi tutti i dettagli