Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 06 dicembre 2018 alle ore 14:55.
L'ultima modifica è del 06 dicembre 2018 alle ore 15:55.

06/12/2018

Si torna a discutere del confine tra le competenze degli ingegneri e quella degli architetti. Questa volta il pomo della discordia è dato da un bando di gara relativo ad opere idrauliche. Il secondo classificato, come da copione, impugna l'avvenuta aggiudicazione ed il caso finisce al vaglio del Consiglio di Stato che conferma la decisione del TAR.

La gara
Una Comunità Montana indice una procedura aperta per l’esecuzione di «opere di sistemazione idraulica forestale – messa in sicurezza e tutela delle risorse naturali – Fiume Peccia»; tali opere vendono qualificate espressamente dalla lex specialis come “opere fluviali, di difesa, di sistemazione idraulica e di bonifica, rientranti nella categoria OG 8, IV classifica”.
La seconda classificata impugna l'aggiudicazione in quanto la prima...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.