Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 09 dicembre 2019 alle ore 10:24.
L'ultima modifica è del 09 dicembre 2019 alle ore 11:24.

09/12/2019

Sappiamo bene che progettista e collaudatore non sono sullo stesso piano quando si tratta di predisporre le parcelle professionali. Il progettista, infatti, ha un “peso” maggiore rispetto al collaudatore. Ora si tratta di stabilire se, nella malaugurata ipotesi in cui ci sia un problema, le responsabilità – e il relativo risarcimento – vadano ripartite in relazione al “peso delle parcelle” ovvero secondo un altro criterio. Secondo la giurisprudenza oneri ed onori non seguono la stessa strada e può accadere che il collaudatore, quando si tratta di metter mano al portafoglio e risarcire i danni, sia posto sullo stesso piano del progettista.

Il caso in esame
Nell'anno 2000 una società commissiona la costruzione di un capannone che viene ultimato nel 2001. Nel 2005 crolla l'arcata centrale...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.