Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo stato pubblicato il 09 maggio 2014 alle ore 11:00.
L'ultima modifica del 09 maggio 2014 alle ore 12:59.

09/05/2014

Hanno causato la morte di una bambina di 5 anni e per questo sono stati tutti condannati, in via definitiva, per omicidio colposo, aggravato dalla violazione delle norme per la prevenzione degli infortuno sul lavoro. La causa materiale della tragedia? Il ribaltamento, all’interno di un cantiere, di un cancello di 250 kg.
La condanna finale della Cassazione (IV Sezione Penale, sentenza n. 18459, depositata il 5 maggio 2014), ha riguardato tutti i soggetti coinvolti in quel maledetto cantiere:
- il titolare dell’impresa individuale appaltatrice dei lavori di realizzazione e posa in opera del cancello;
- l’esecutore materiale dell’installazione della recinzione e del cancello;
- i proprietari e committenti dell’opera (in assenza di nomina di un responsabile dei lavori);
- il direttore dei lavori...

Contenuto a pagamento

Per leggere l’articolo nella versione integrale EFFETTUA L’ACCESSO in Banca dati.