Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 14 novembre 2017 alle ore 12:15.
L'ultima modifica è del 14 novembre 2017 alle ore 13:15.

14/11/2017


È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 265 del 13 novembre 2017 il decreto ministeriale 6 ottobre 2017 recante Individuazione delle risorse e dei criteri per l'erogazione degli aiuti alle imprese di pesca che effettuano l'interruzione temporanea obbligatoria di cui al decreto 26 luglio 2017.

L'aiuto è destinato alle imprese di pesca, autorizzate all'esercizio dell'attività di pesca con il sistema «strascico» includente le reti a strascico a divergenti, le sfogliare rapidi, le reti gemelle a divergenti, che hanno attuato il fermo obbligatorio e rispettato le misure tecniche successive all'interruzione temporanea.

Gli aiuti, per un ammontare complessivo del singolo aiuto pari a uro 7.349.680, sono corrisposti nella misura indicata nella tabella allegata al decreto (Allegato 1), e sono calcolati per il numero di giorni lavorativi di fermo effettuati, riferiti a trenta giorni consecutivi di arresto temporaneo obbligatorio.

Restano escluse le imprese che non abbiano rispettato le misure tecniche successive all'interruzione temporanea e/o che abbiano sbarcato personale imbarcato alla data di inizio dell'interruzione temporanea obbligatoria, fatti salvi i casi di malattia, infortunio o sbarco volontario del lavoratore ovvero per motivi non imputabili al beneficiario dell'aiuto di cui al presente decreto che pertanto avrà diritto all'aiuto.

Misura sociale a sostegno del reddito

Per i marittimi imbarcati sulle unità che eseguono l'interruzione temporanea è prevista l'attivazione della misura sociale straordinaria di cui all'art. 1, comma 346, della legge n. 232/2016 (stabilità 2016); l'indennità prevista (con un budget annuale di 11 milioni di euro) è di 30 euro a giorno.

Le modalità attuative della predetta misura sociale saranno determinate con successivo decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con quello delle politiche agricole, alimentari e forestali e dell'economia e delle finanze.