Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 30 marzo 2018 alle ore 12:11.
L'ultima modifica è del 30 marzo 2018 alle ore 14:10.

30/3/2018


È stato indetto un nuovo bando, previsto dalla legge contro gli sprechi alimentari; il nuovo fa seguito all'analoga selezione già espletata nel dicembre 2017 che vide il finanziamento di dieci progetti risultati vincitori per un totale di 500 mila euro.

L'attuale prevede uno stanziamento di 700 mila euro. Per ciascun progetto è previsto un finanziamento massimo di 50 mila euro. I progetti potranno essere presentati entro il 10 maggio 2018.

Le caratteristiche dei progetti

I progetti saranno valutati in base alla loro innovatività, applicabilità, classi di prodotti e platea interessati, essere integrati o di rete, prevedere una quota di cofinanziamento a carico del proponente, esperienza del proponente, orientamento al recupero delle eccedenze ai fini dell'alimentazione umana e, in particolare, alla distribuzione agli indigenti, eventuali forme di pubblicità

Chi può presentare i progetti

a. enti pubblici, università, organismi di diritto pubblico e soggetti a prevalente partecipazione pubblica;

b. associazioni, fondazioni, consorzi, società, anche in forma cooperativa e imprese individuali;

c. una aggregazione, nelle forme consentite dalla vigente normativa, anche temporanea o nella forma di start up, di due o più dei soggetti sopra individuati;

d. una rete di imprese, come definita dalla normativa vigente;

e. soggetti iscritti all'Albo nazionale ed agli Albi delle Regioni e delle Province autonome dell'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile.