House Ad
House Ad

L'informazione tecnico-scientifica

per i professionisti tecnici

home>Edilizia>Costruzioni e Recupero

10/02/2017 - ARRIVITA' EDILIZIA

L'inizio lavori richiede il nulla-osta
del Genio Civile

Il nulla-osta del Genio Civile non costituisce un presupposto di validità del permesso di costruire bensì solo una condizione per dare inizio ai lavori. In sostanza, nelle more dell'ottenimento del nulla-osta, il comune può benissimo approvare il progetto fermo restando che i lavori (specie quelli in cemento armato) potranno essere eseguiti solo dopo il "via libera" da parte del Genio Civile.

06/02/2017 - ABUSIVISMO

Doppia conformità e ritardo del comune nella conclusione del procedimento


La proprietaria di una serra solare ha richiesto al comune la sanatoria di tale manufatto. L'Amministrazione, tuttavia, con provvedimento adottato oltre i termini ordinatori di conclusione del procedimento, ha negato la sanatoria poiché non era stata rispettata la cosiddetta "doppia conformità"

26/01/2017 - EDILIZIA

Cancello pedonale e recinzione metallica: legittime anche senza permesso di costruire


Il ricorrente ha impugnato l'ordinanza di demolizione e messa in pristino di alcuni "cancelli in ferro, uno carrabile e l'altro pedonale, e recinzione dell'area di proprietà mediante posa di rete metallica plastificata sorretta da pali in ferro infissi al suolo". Il comune, infatti, ha ritenuto che tali opere fossero abusive in quanto realizzate senza il previo rilascio del necessario titolo abilitativo. Il G.A. adito, tuttavia, ha ritenuto (TAR Marche, sent. 23 gennaio 2017, n. 69) che alcune di tali opere non necessitassero di essere preventivamente assentite dall'Amministrazione, e ciò sulla base della precarietà, della durevolezza e della capacità di trasformazione urbanistica ed edilizia delle opere realizzate.

11/01/2017 - VINCOLI

Vincoli diretti ed indiretti: anche la discrezionalità della Soprintendenza ha dei limiti


In una sentenza recente (TAR Umbria, sent. 9 gennaio 2017, n. 36) sono stati chiariti i limiti che l'attività della Soprintendenza riscontra nell'apposizione dei vincoli diretti e indiretti, che hanno effetti preclusivi nell'edificazione e quindi nel diritto di proprietà. Nel caso in esame, infatti, il ricorrente ha impugnato gli atti di comunicazione di avvio del procedimento relativo all'apposizione di vincoli diretti e indiretti sull'area di proprietà.

19/12/2016 - EDILIZIA

L'illegittimità della demolizione
degli immobili "ante '67"

Una pronuncia del Giudice Amministrativo (TAR Lombardia, Milano, Sez. I, sent. n. 2307/2016) consente di richiamare due questioni che spesso sono oggetto di dibattito tra i privati e la Pubblica amministrazione: la necessità dei titoli abilitativi per gli immobili cosiddetti "ante ‘67" e la legittimazione di un'opera edilizia numerosi anni dopo la sua realizzazione

Vai all'archivio

Banca Dati

Anteprima dalle riviste

La detrazione delle spese per interventi di risparmio energetico non può essere disconosciuta per la sola genericità della fattura da cui si originano gli importi...
Una recente pronuncia dei giudici tributari di merito, che ha risolto sotto diversi profili la questione sulla corretta classificazione catastale di una centrale...
È entrato in vigore lo scorso 26 luglio il D.Lgs. 141/2016 ed è andato a modificare il D.Lgs. 102/2014. In particolare, è stato riscritto quasi interamente il comma 5...

    -15% € 6,90 Iva Inc.