House Ad
House Ad

L'informazione tecnico-scientifica

per i professionisti tecnici

home>Edilizia>Urbanistica

22/02/2017 - RIGENERAZIONE URBANA

Norme ad hoc e sostenibilità economica per rigenerare le città, le proposte dell'ANCE

Sottolineata l'esigenza di individuare misure fiscali che garantiscano la sostenibilità economica degli interventi

07/02/2017 - TUTELA E RECUPERO

Più facile recuperare aree rurali
in Toscana

La Toscana ha una nuova legge che incentiva il recupero edifici abbandonati nelle aree rurali

16/06/2016 - URBANISTICA

Il collegamento di un impianto igienico alla rete fognante rientra nell'ambito dell'attività libera

Un intervento di posa in opera di una conduttura in PVC per il collegamento di un impianto igienico alla rete fognante rientra nell'ambito dell'attività libera ex articolo 6 del Dpr 380/2001 e non necessita di alcun titolo edilizio.
Una volta esclusa la necessità di un titolo abilitativo edilizio, l'indispensabilità del consenso dei condomini per la realizzazione dell'opera da parte di un singolo sulle parti comuni dell'edificio, ma strettamente pertinenziale alla propria unità immobiliare, diviene una questione relativa all'esercizio del diritto di proprietà o, comunque, inerente ai rapporti civilistici tra condomini, ma che non riguarda l'esercizio del potere autorizzatorio o sanzionatorio del Comune in materia di governo del territorio e, in particolare, in materia urbanistica ed edilizia. È quanto chiarito dal Tar Campania n. 1077/2016.

15/06/2016 - URBANISTICA

Aree non soggette a esproprio e occupazione temporanea

La temporaneità dell'occupazione temporanea di aree non soggette a esproprio è inscindibilmente connessa con i caratteri della “strumentalità” e della “accessorietà” (Tar Lazio, sezione 3, sentenza 7 giugno 2016 n. 6553).

15/06/2016 - Urbanistica

Bonifiche e riqualificazione urbanistica: la Lombardia approva le Linee guida

Con la delibera 10/5248 del 2016 la Regione Lombardia ha approvato le Linee guida per il riutilizzo e la riqualificazione urbanistica delle aree contaminate (articolo 21-bis della Lr 26/2003 - Incentivi per la bonifica di siti contaminati). Le linee guida costituiscono uno strumento operativo utile agli Enti locali e ai soggetti interessati (non responsabili dell'inquinamento) al fine di coordinare e rendere il più possibile contestuale il procedimento di bonifica dei siti contaminati, dettato dal Testo Unico Ambientale, con il procedimento di valorizzazione e riqualificazione urbanistica degli stessi, e per limitare l'impiego di risorse pubbliche per la bonifica di siti contaminati, nei casi in cui l'autorità amministrativa competente debba intervenire in sostituzione del soggetto obbligato/interessato.

Vai all'archivio

Banca Dati

Anteprima dalle riviste

La detrazione delle spese per interventi di risparmio energetico non può essere disconosciuta per la sola genericità della fattura da cui si originano gli importi...
Una recente pronuncia dei giudici tributari di merito, che ha risolto sotto diversi profili la questione sulla corretta classificazione catastale di una centrale...
È entrato in vigore lo scorso 26 luglio il D.Lgs. 141/2016 ed è andato a modificare il D.Lgs. 102/2014. In particolare, è stato riscritto quasi interamente il comma 5...

    -15% € 6,90 Iva Inc.